NOTA! Questo sito utilizza i cookie tecnici.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.  Per saperne di piu'

chanda asilo2

L'assistenza non basta

Il rischio che si corre spesso di fronte a una situazione di povertà e malattia è di ricorrere ad aiuti materiali senza pensare a raggiungere un elevato grado di autonomia da aiuti esterni.

Quello che si cerca di ottenere con un progetto di Riabilitazione su Base Comunitaria è di permettere al malato e alla sua famiglia di occuparsi della disabilità. Non solo la famiglia non avrà sempre bisogno di assistenza, ma al malato viene in questo modo data una maggiore dignità. 

 

Amare. Formare e curare non basta, cerchiamo sempre di ricordarci che chi si ha davanti è una persona che spesso necessita prima di tutto di ascolto, interesse, amore. 

 Obiettivi

 

  • assistenza a bambini disabili e alle loro famiglie tramite un programma di riabilitazione su base comunitaria;

  • insegnamento e accompagnamento di bambini nell'asilo della parrocchia di Gojoli;

  • dialogo inter-religioso tra la parrocchia di fede cristiana e le famiglie di differenti religioni.

 

Breve storia

 

Nel 2012, in seguito alla chiamata del Vescovo locale che conosceva la dott.ssa AMI Daisy Kandattyl, due infermiere dell'associazione, Salomy e Lilly, si sono recate nel villaggio di Gojoli, vicino a Chanda. Qui hanno cercato di integrarsi con la gente del villaggio cercando di superare le differenze religiose. Salomy e Lilly sono infatti cattoliche, mentre le famiglie cristiane nella zona sono molto poche. Dal 2013 hanno cominciato a gestire l'asilo della parrocchia di Gojoli, dove vengono ospitati bambini di qualsiasi religione. Il dialogo e la conoscenza reciproca hanno permesso di superare i pregiudizi della popolazione locale nei confronti della parrocchia e ora le mamme si fidano anche delle maestre cristiane.

L'asilo non è l'unico progetto, è cominciato infatti nel 2015 un progetto il collaborazione con l'associazione indiana degli ospedali cattolici per la riabilitazione di bambini e ragazzi disabili.

Questo progetto di Riabilitazione su Base Comunitaria (CBR) è rivolto alle persone sotto i vent'anni con qualsiasi tipo di disabilità. Al momento il gruppo AMI si occupa di trentaquattro bambini, ma il programma è in espansione.

 

 

Azioni

 

  • Il programma di Riabilitazione su Base Comunitaria prevede che siano le famiglie dei giovani disabili a imparare a prendersi cura di loro. Operatori sanitari vanno nelle case a insegnare ai bambini o alle mamme esercizi di logoterapia e fisioterapia, dando loro attrezzature opportune.

  • Nei casi più gravi, si affidano i bambini a centri specializzati dove vengono corretti i difetti fisici attraverso interventi chirurgici e/o l'uso di protesi, sedie a rotelle, etc.

  • I bambini dell'asilo, all'inizio 14 ora 51, vengono seguiti da diverse maestre. I bambini, sani o affetti da qualche disabilità, provenienti da famiglie di religioni differenti vengono aiutati a vivere insieme e giocare e collaborare non tenendo conto delle differenze religiose.

Lo stigma della malattia

Ci sono certe categorie di persone, in India, che vengono discriminate in base alla malattia che li affligge. Le due classi più colpite sono i malati di lebbra e i disabili. Specialmente nelle zone rurali, ma non solo, molte persone credono che la malattia sia causata da spiriti maligni adirati per i peccati commessi dalla persona nella vita precedente. 

Perchè Chanda?

Nel 2011 l'allora vescovo della diocesi di Chanda, Mons Vijay Anand, ha chiesto ad AMI un supporto nel villaggio di Gojoli. Gojoli è un piccolo villaggio del distretto di Chandrapur, isolato, povero e con scarsa accessibilità ai servizi. In questo contesto AMI si è inserita con un progetto di formazione e assistenza ai bambini disabili. 

AMI logoscritta sfondo

  Indirizzo

Corso Matteotti 62, Faenza

48018 Italia

  Telefono

+39 0546 29846

Seguici anche su...

Newsletters